........ Facebook Google+

mercoledì 8 luglio 2015

Le grotte di sale della Transilvania, Praid Saline.


Al centro della Romania, nel distretto di Harghita, all’interno della regione della Transilvania (conosciuta principalmente per le storie di vampiri e, soprattutto, di Dracula), sorge Praid, un piccolo comune formato da villaggi, noto alle cronache per la presenza della più grande miniera di sale (Praid Saline) rumena, nonché tra le più grandi di tutta Europa. Luogo unico e incantevole, si tratta di una miniera antica formatasi circa 20 milioni di anni fa, che ha visto il passaggio di conquistatori abili man mano a usufruirne dei privilegi; inserita in quella che viene definita “Regione delle miniere”, è ancora attiva e ha dato lavoro a tante persone delle zone limitrofi.
Praid Saline ha una forma ellittica con un diametro di circa 1,2-1,4 chilometri, una profondità di circa 2,5-3 chilometri, garantisce un microclima stabile in ogni stagione con temperature che variano tra i 14 e i 16 gradi Celsius, una bassa umidità pari al 66-70%, e una pressione atmosferica che, in superficie, è pari a circa 735-738 mm Hg.
Divenuta principalmente un luogo turistico, nei mesi estivi vanta un traffico di circa 2500-3000 persone al giorno, per un totale di circa 230mila visitatori nella stagione di punta. Una volta giunti tra le montagne saline, un autobus conduce all'interno della miniera attraverso un tunnel di circa 1,5 chilometri quindi, abbandonato l'autobus, una ripida scalinata di 300 gradini conduce ai 120 metri sottostanti. Le proprietà ionizzative dell'aria della salina sono particolarmente efficaci per le malattie respiratorie, soprattutto bronchiti, asma e allergie; non è un caso che uno staff medico preparato segua da vicino chi decide di sottoporsi al trattamento di haloterapia (accessibile a grandi e piccini), cui è consigliato di fare lunghe passeggiate, respirando ad ampi polmoni. La particolarità di questa miniera, oltre allo strepitoso scenario, è che nel sotterraneo sorge una vera e propria città, oltre alla zona sanitaria con il relativo reparto medico si trovano: un museo con strumenti per la lavorazione del sale, cristalli di sale e oggetti vari, una Chiesa di recente costituzione (1993) in cui vengono regolarmente officiate messe per cattolici, ortodossi e protestanti, un parco giochi, una biblioteca, una zona dedicata alle opere artistiche in cui trovare sculture e pitture, un'enoteca, ampie zone in cui svagarsi con tavoli da biliardo, e panchine per pic-nic.
Ultimi, ma non per importanza, sono i bagni termali; situati all'aperto, nei pressi della miniera, hanno acqua salata ad una temperatura di 36 gradi Celsius, ideali per l'effetto benefico. L'acqua ha un effetto calmante, antiinfiammatorio, antisettico, sterilizzante e cicatrizzante così, il consiglio è di sottoporsi a trattamenti da 10 a 30 minuti, nel periodo migliore, quello che va da giugno a metà ottobre. All'interno della miniera è possibile acquistare anche alcuni prodotti a base di sale, si va dal grossolano sale per evitare il gelo sulle strade nel periodo invernale, ai sali da bagno profumati. Impossibile non parlare però dei costi d'ingresso che variano dai 20 Leu per gli adulti (circa 4,5 Euro), ai 12 Leu per studenti e bambini (circa 2,7 Euro) mentre, i bambini sotto i tre anni possono accedere gratuitamente. Grazie al turismo attratto da questo scenario insolito, anche Praid, negli ultimi anni, ha dovuto svilupparsi e cedere alla costruzione di hotel e servizi ricettivi per potere dare ospitalità ai visitatori, fino a pochi anni fa era infatti necessario trasferirsi nella vicina Sovata. Immagine: © Tzepesh

Nessun commento:

Posta un commento

Grazie per il tuo contributo. Tutti i commenti sono moderati e verranno pubblicati appena possibile.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...