........ Facebook Google+

giovedì 14 novembre 2013

Argilla, proprietà e usi interni ed esterni


L’argilla, che sia verde, bianca, rosa o di altro tipo, viene spesso impiegata come rimedio naturale per curare numerosi disturbi o come supporto a cure tradizionali; molte sono le proprietà derivanti sia dalla sua composizione chimica che dalla modalità di lavorazione, che la rendono utile sia per uso interno che per uso esterno.

L’argilla è innanzitutto cicatrizzante e per questo motivo può essere efficacemente impiegata in caso di piccole ferite, scottature, semplicemente spargendo piccole quantità di polvere sulla zona interessata; in alcuni casi (un esempio è la cosiddetta “piaghetta” che il parto lascia sul collo dell’utero), può essere utilizzata per fare lavande vaginali.




Battericida, disinfettante e antisettica, svolge un ruolo essenziale nella cura di acne, quando si presentino piccoli brufoli, eczemi, gengiviti, micosi e molto altro; nel caso in cui sul viso o su altri parti del corpo dovessero presentarsi del brufoli, una maschera preparata miscelando argilla con un cucchiaino di olio extravergine d’oliva, qualche goccia di olio essenziale di limone (o poco succo) ed acqua sarà un vero toccasana. Il trattamento, da eseguire con argilla verde oppure caolino (perfetta in caso di pelle sensibile), darà risultati in breve tempo.

Le sue proprietà deodoranti fanno si che possa essere impiegata come deodorante; nel caso in cui la si voglia utilizzare sulle ascelle, basterà prelevarne una piccola dose con un piumino o un pennellino e spargerla per assicurarsi un effetto antiodorante e, nel caso lo si volesse, si potrà ottenere un effetto “profumato” aggiungendo qualche goccia di olio essenziale di lavanda, rosmarino, menta o qualsiasi altro, in base al gusto personale.

Se a emanare cattivo odore sono invece i piedi, un pediluvio con argilla si dimostrerà un ottimo rimedio.

Antinfiammatoria, può essere usata in caso di artrite, artrosi, dolori muscolari, emicrania, sciatica, ernia, paradentosi; in questo caso, spesso, un buon cataplasma, da fare con acqua calda o fredda, a seconda della situazione e l’aggiunta di oli essenziali con proprietà curative, (in base al disturbo), può togliere le infiammazioni in maniera del tutto naturale. In commercio esistono prodotti che miscelando le dosi necessarie, permettono l’immediata applicazione senza che ci si debba preoccupare di calcolare le quantità.

Essenziale è anche il ruolo svolto nell’eliminare il gas presente nell’intestino, favorire la digestione, combattere gastriti e acidità di stomaco; in questi casi è possibile assumere compresse di argilla oppure preparare acqua energizzata semplicemente ponendo dell’argilla in un bicchiere pieno d’acqua quindi, dopo aver lasciato riposare il composto (l’ideale è una notte intera), bere il liquido. E’ bene fare attenzione però a non seguire una dieta grassa mentre si assume l’argilla per via interna perché potrebbe causare stitichezza.

In caso di mancanza di ferro l’argilla, presa per via interna, aiuta a riportare i valori nella norma e, per farlo, basterà bere argilla miscelata con un bicchiere d’acqua (senza che sia lasciata riposare) per due volte al giorno.

1 commento:

  1. Tutti i mille poteri dell'argilla: le sostanze naturali sono le migliori non c'è che dire

    RispondiElimina

Grazie per il tuo contributo. Tutti i commenti sono moderati e verranno pubblicati appena possibile.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...