........ Facebook Google+

sabato 1 dicembre 2012

DADO VEGETALE fatto in casa

Dado vegetale fatto in casa
Il dado vegetale fatto in casa si può preparare tutto l’anno usando le verdure di stagione, ma il periodo migliore è quello estivo perché ci mette a disposizione più tipologie di verdure ed erbe aromatiche da usare. 

Se si ha la fortuna di possedere un piccolo orto, ci si potrà sbizzarrire a provare diverse ricette per fare il dado, solo modificando la tipologia di verdure da usare . 

Non ho una ricetta precisa ed ognuno con il tempo può modificare componenti e quantità in base ai propri gusti. Come base uso una ricetta della mia amica Vanessa, che ho preso come riferimento, anche se non sono definite le quantità ed inoltre spesso sostituisco una verdura con un'altra similare e di stagione. 


La prima volta che ho provato a fare i dado seguendo questa ricetta forse ho messo poche verdure rispetto alla quantità di sale prescritto, e così non si è sciolto correttamente. Ad occhio suggerirei che per 1 etto di sale sia da prevedere almeno 1 kg di verdure.

Per fare il dado occorrono 
  • 250-300 sale grosso (è da preferire il sale grosso integrale che possiede migliori proprietà 
  • 2-3 carote 
  • 2 cipolle o porrotti
  • 1 spicchio aglio 
  • zucchine (circa 3 kg)
  • pomodori (circa 1 kg)
  • coste di sedano
  • erbe aromatiche : maggiorana, alloro, melissa ... a piacere 
  • curcuma (se piace è consigliato metterla anche per le proprietà benefiche) 
  • 1 cucchiaio di olio
Occorre distribuire il sale sul fondo della pentola ed al di sopra disporre tutte le verdure tagliate a dadini e le erbe aromatiche aromatiche. Mettere il coperchio e fare cuocere a fuoco basso fintanto che tutte le verdure sono cotte.
Bisogna solo fare attenzione a far sì che il composto abbia una certa umidità derivata dall’acqua che fuoriesce dalle verdure, per evitare di creare una crosta di sale sul fondo, che non si scioglie. Se l’acqua prodotta dalle verdure fosse scarsa, occorre aggiungerne ad occhio quanto basta per far sì che il sale sul fondo si sciolga. Se il dosaggio viene effettuato correttamente non serve aggiungere acqua all'interno poiché il sale disidrata le verdure e quindi escono i succhi e gli aromi delle verdure usate. 

Quando le verdure sono cotte, dopo circa un’ora, il composto va frullato ed invasato bollente per farle sottovuoto. In questa fase occorre fare attenzione a non scottarsi. 

 Il dado può essere lasciato abbastanza liquido, così da poterlo usare facilmente in ogni pietanza.


2 commenti:

  1. Io dovrei vergognarmi, uso quello granulare eheheh :-)

    RispondiElimina
  2. Ciao Laura. È buono anche quello granulare, ma fatto in casa sai quello che mangi e poi ci vuole poco .. :-) ah .. Buon Anno !

    RispondiElimina

Grazie per il tuo contributo. Tutti i commenti sono moderati e verranno pubblicati appena possibile.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...